Come allenare il cervello a smettere di preoccuparsi

0
39
preoccuparsi

Il lavoro causa preoccupazioni; le tue relazioni personali causano preoccupazioni. Tutto ciò che vivi si trasforma inesorabilmente in un grattacapo dal quale non sai liberarti. I pensieri che ti metti non saranno mai utili se non vengono trasformati in un’azione mirata che diventi soluzione. Se invece sei ormai vittima di una preoccupazione globale che ti porta a lamentarti senza correre ai ripari allora non stai facendo altro che alimentare un senso di malessere. Smettere di preoccuparsi è quindi possibile? Sì, o meglio è possibile imparare a usare i pensieri per trovare delle soluzioni che allontanino stati d’animo negativi. Molte volte infatti è il nostro punto di vista a far nascere preoccupazioni e non un fatto in se che è accaduto.

Il cattivo uso della preoccupazione

La tua mente è sempre al lavoro: pensi e pianifichi tutto, spesso arrivando anche a immaginare finali catastrofici. Ma questo non ti aiuta. Dovresti cercare di focalizzare la tua attenzione verso quelle attività che ritieni più importanti e rispetto le quali vuoi ottenere risultati. Non fermarti sulle paure, ma allena la mente a goderti ciò che stai facendo senza lasciare che la paura diventi causa scatenante di alcuni tuoi comportamenti. Convincersi di fatti irreali e reagire nell’eventualità che accadano condiziona la tua mente. E che cosa provoca? Caos!

L’idea è quella di iniziare a ignorare le immagini mentali che tendono a disturbare la realtà e lasciare da parte ogni tipo di illusione. Preoccuparsi è normale, ma solo quando il fatto accade e potrai così reagire in modo da trovare una soluzione o azione risolutiva. Ogni persona può decidere se rispondere a una preoccupazione oppure no, esattamente come avviene con altri stimoli. Ignorarli ti permetterà di rilassarti e dare il giusto peso a ogni cosa che ti capita nella vita, dando così importanza a tutti i fatti. Vuoi ancora farti condizionare? O ritieni opportuno concentrarti solo nelle occasioni che potranno davvero rappresentare un problema o disturbo per la tua tranquillità?

Tre modi per combattere l’ansia e smettere di preoccuparsi

Per alleviare lo stress e il senso di ansia che dipendono interamente dalla preoccupazione ci sono tre diverse attività che puoi provare. E sono alla portata di tutti! Al primo posto mettiamo sicuramente la meditazione, che ti permette di ascoltarti andando a staccare letteralmente il tuo cervello. La mente si troverà a concentrarsi sulla tua respirazione, o nel caso dello yoga sulle posizioni che stai attuando in fase di meditazione. E tutto il resto passerà in secondo piano.

Se preferisci puntare su un’attività più energica allora prova a svolgere regolarmente sport: palestra, corsa o concediti una bella camminata all’aperto in modo continuativo. Non solo otterrai vantaggi per la tua salute, ma anche per la tua mente. E infine, se sei una persona più pigra e pantofolaia prova a tenere un diario. Abituati a scrivere i problemi e le ansie che hai, in modo da analizzarle e contestualizzarle nel tuo quotidiano.