I consigli vincenti per capire come concentrarsi nello studio

0
44
concentrarsi nello studio

Può capitare di perdere la concentrazione? Certo, è una problematica che capita a tutti e in particolare agli studenti. I più giovani, durante il loro percorso di studi, si trovano a provare un momento di totale sconforto. Concentrarsi nello studio è un’azione che ci porta a focalizzare la nostra attenzione rispetto a un testo, a un concetto che ci servirà per superare un esame importante. Ma se fai fatica a svolgere questo tipo di attività ti sarai reso conto di alcuni segnali importanti. Fai fatica a ricordare ciò che hai letto a distanza di pochi minuti e ti trovi a giocare con tutto ciò che ti capiti a tiro? Spesso usi il cellulare o ti muovi eccessivamente sulla sedia sfruttando ogni scusa possibile? E’ così che rallenti il processo di studio e ti abbandoni alle distrazioni.

I motivi che portano non concentrarsi nello studio

Una carenza d’attenzione è correlata sempre a una serie di fattori come l’assenza di sonno, che contribuisce a diminuire il livello di concentrazione. Consideriamo anche lo stress, perché non è vero che sotto pressione riesci a dare il meglio di te, anzi! E potresti avere così tante cose da fare da perdere la concentrazione: finisci per fare troppe cose insieme e lo farai in modo non ottimale. Essere a conoscenza di tali cause principali è necessario per rimetterti sulla retta via, scoprendo in che modo potrai aumentare il livello di attenzione mentre ti trovi a studiare anche per il corso o per l’esame più noioso di tutti. Preparati, perché stiamo per presentarti tre semplici consigli che ti aiuteranno a sbloccare la situazione.

1. Tieniti alla larga dalle distrazioni

Sai cosa significa questo punto? Niente telefono, niente computer con email aperta o social network a portata di mano. Cerca di essere ben concentrato per almeno un paio di ore e poi concediti una pausa per staccare la mente e farla riposare. Devi cercare di lasciare il mondo fuori dalla porta per raggiungere un senso di tranquillità che aiuterà la tua mente a non perdersi per strada.

2. Devi porti degli obiettivi per lavorare sulla concentrazione nello studio

Ti sei mai domandato come faccia una stella dello sport come Federica Pellegrini a realizzare le sue fenomenali vittorie? Oltre ad essere costantemente allenata e pronta a liberare la sua energia in vasca ha preparato anche la sua mente. E lo fa isolando anche i rumori e i cori dei suoi sostenitori durante le gare. Perché? Perché ha ben chiaro quale sia il suo obiettivo: vincere! Decidi prima cosa studiare, per quanto tempo e pianifica il numero di pause da effettuare. Così potrai cambiare le tue abitudini e riuscire a sviluppare il livello di concentrazione.

3. Concentrarsi nello studio permette di sentirsi rilassati e appagati

Sì, sappiamo che la parte più difficile di una sessione di studio è quella iniziale, perché dovrai “importi” di aprire il libro. Man mano che il tempo passa e le nozioni vengono recepite e archiviate nella nostra mente si percepisce anche un forte senso di rilassamento. Questo perché non solo stai lavorando per realizzare i tuoi obiettivi, ma perché stai rispettando il tuo impegno. La tua mente è una spugna: registra le informazioni che riceve e le trattiene nell’esatto momento in cui il tuo corpo è focalizzato sull’apprendimento.