Submodalità nella PNL, come usarle al meglio?

0
181
programmazione neuro-linguistica

La programmazione neurolinguistica, PNL (dall’inglese neuro-linguistic programming, NLP) e le sue tecniche hanno il potere di aiutarci a gestire al meglio le difficoltà di tutti i giorni, diminuendo il carico di stress emotivo al quale siamo sottoposti a causa delle piccole e grandi sfide nelle quali la vita ci coinvolge. È proprio per questo che la PNL ha ideato una serie di modalità, necessarie a governare le proprie emozioni grazie ad un controllo dell’attività compiuta dal nostro cervello.

In questo ambito si collocano le submodalità o sottomodalità che consentono di interpretare le situazioni che ci creano maggiore angoscia ed inquadrarle in una prospettiva differente, di modo da identificare immagini, suoni e prospettive in maniera più congeniale al nostro benessere psico-fisico.

Cosa sono le Submodalità in PNL?

Se ti stai chiedendo cosa sono le submodalità e le sottomodalità nella programmazione neurolinguistica, spero tu sia pronto per rivedere il tuo modo di approcciarti alle immagini, in particolar modo ai ricordi che possono suscitare spesso sensazioni spiacevoli. Un ricordo non viene in mente solo quando ci fermiamo a pensare ad una determinata situazione del passato ma, come spesso accade, viene rievocato in noi all’improvviso, mentre siamo intenti a fare tutt’altro, proprio perché in quella specifica occasione il nostro cervello ha iniziato a sovrapporre la situazione corrente con una già vissuta.

Cosa fare? Le submodalità, una volta utilizzate, ti permetteranno di modificare “l’intensità“ di quel ricordo, di quella sensazione di modo da non destabilizzarti nei momenti poco opportuni.

Le submodalità possono riguardare diversi aspetti, come ad esempio:

  • visivo, la cui regolazione permette di diminuire l’impatto che un’immagine può suscitare una volta affiorata alla mente (ad. esempio vedendola in bianco e nero, da lontano, sfocata). In questo modo la rappresentazione sarà meno fastidiosa e superabile;
  • auditivo, per il quale vale lo stesso discorso fatto sopra. Anche un suono o una voce possono suscitare in noi una sgradevole sensazione: la PNL e l’utilizzo gradato delle submodalità ti garantirà una percezione più ovattata di questi elementi;
  • cenestesico (con le componenti tattile e emozionale), che allo stesso modo influenzano la rappresentazione dei nostri pensieri.

Qual è il vantaggio nell’utilizzo delle submodalità della PNL?

Usando le tecniche di PNL e nello specifico le submodalità, assisterai alla capacità del tuo cervello di governare le emozioni, senza farsi subissare dalle stesse. Potrai andare oltre le angosce, le ansie e affrontare la vita per quello che è: piena di sfide ma non per questo impossibile da vincere! Una volta scoperto il mondo della PNL non potrai più farne a meno e consiglierai anche ai tuoi amici e alla tua famiglia questo nuovo modo non solo di pensare ma, in generale, di affrontare il tempo, lo spazio e l’intera dimensione personale che ti rappresenta.

Affronta tutto ciò che ti si propone in maniera lineare, lontano dalla tensione e dalla negatività che caratterizza il mondo: diverrai una persona nuova, solare, concreta e che non si lascia abbattere dagli intoppi naturali della vita. Scopri le tecniche di PNL ed impara a gestire il tuo cervello e le tue emozioni!